Trovare Titoli delle Canzoni

Avere una melodia fissa in testa e non saperla identificare o ascoltare la canzone più bella di sempre e non sapere di chi è, sono due delle cose più fastidiose che affliggono il genere umano.
Per aiutarti a risolvere questi dilemmi musicali, abbiamo messo assieme una lista di risorse utili che possono aiutarti, ed è tutto gratis.Per testare i servizi, abbiamo scelto due brani da provare con ciascuno (Tom’s Diner di Suzanne Vega e Tempted degli Squeeze): leggi qui sotto come i servizi hanno identificato le tracce e facci sapere le tue esperienze nei commenti.

Midomi

Midomi offre un fantastico servizio, perfetto per i momenti in cui hai una melodia in testa: cantando il brano al microfono anche in maniera approssimativa riesce a individuare la traccia che stai cercando di cantare.
Nonostante non sia consigliato se vi trovate in un Internet Caffè, utilizzare il sito è semplice. Basta cliccare il pulsante “click and hum or sing” e cantare la canzone o imitarne il ritmo con la voce.
Canticchiando Tom’s Diner, il servizio ha identificato correttamente la canzone, proponendo anche Fear of the Dark degli Iron maiden come secondo risultato, ma è il primo risultato che conta. Allo stesso modo, 10 secondi di Tempted degli Squeeze non è stato difficile per il servizio. Ha restituito la canzone subito dopo e abbiamo riprodotto le prime due strofe o poco più.
Quando Midomi identifica la canzone, ci offre la possibilità di riprodurla per verificare personalmente che sia quella che stavamo cercando.
Midomi ha identificato due canzoni su due nel nostro test e lo consideriamo il miglior servizio se vogliamo trovare il titolo di una canzone cantando.
Consigliato a chi vuole cantare.

Musipedia

Musipedia offre una varietà di modi per identificare la tua musica, dalla semplice riproduzione del motivo con i tasti della tastiera (che non ha riconosciuto le nostre due canzoni di prova), al disegnare le note musicali sul pentagramma, all’identificazione tramite codice Parsons.
Un’altra funzionalità offerta è la tastiera di un piano sulla quale suonare la musica che stiamo cercando di identificare. Una volta suonata la canzone sul pianoforte virtuale, potremmo riascoltare il risultato per accertarci che sia vicino alla canzone a noi sconosciuta. Impostata la melodia possiamo richiedere al servizio di effettuare la ricerca.
Musipedia sembra maggiormente orientato alla musica classica, in quanto non ha riconosciuto correttamente Tom’s Diner, se non come quinto risultato proposto, mentre non ha trovato corrispondenza per Tempted degli Squeeze. Al contrario il servizio sembra rispondere bene alle richieste di musica classica.
Consigliato ai musicisti ed altri amanti della musica classica.

Tunatic

Tunatic non offre un servizio web, ma un software gratuito da installare sui propri MAC o PC, richiedendo comunque una connessione ad internet per effettuare le ricerche.
Con un’interfaccia minimale grande come un’icona è sufficiente un clic per far iniziare la ricerca del brano attraverso il microfono del computer, anche se stiamo riproducendo il brano dallo stesso, per esempio da una web radio o da una registrazione.
I risultati dei test sono interessanti. In pochi secondi entrambe le canzoni sono state riconosciute, ma sono state assegnate ad artisti non corretti. Tom’s Diner è stata attribuita al gruppo musicale DNA, che ha reso famosa la canzone con un mix dance, ma la canzone originale è di Suzanne Vega. Tempted è stata attribuita a Paul Carrack, membro della band Squeeze, e non al gruppo stesso.
Anche se i risultati non si sono rivelati corretti, vale la pena sottolineare che è possibile effettuare delle ricerche tra i risultati proposti semplicemente cliccando la piccola freccia che appare accanto al nome del brano identificato da Tunatic, che porta ad una pagina dove continuare la navigazione dei brani proposti, acquistandoli o continuando le ricerche con Google.
Consigliato agli amanti dei programmi gratuiti.

Shazam

Il servizio Shazam di identificazione della musica è disponibile su una grande varietà di dispositivii mobili – iPhone, BlackBerry, Windows Mobile, Android, Nokia apps – spesso disponibile nella versione di prova oltre a quella a pagamento.
La versione gratuita offre funzioni limitate rispetto alla versione a pagamento a 3.99€, ma permette comunque di identificare (taggare) cinque canzoni al mese.
L’applicazione è davvero molto facile da utilizzare. Una volta scaricata ed avviata, basta premere il pulsante “tag now” per mettere il programma in ascolto per circa 10 secondi, analizzare la canzone ed identificarla: possiamo quindi acquistare la traccia su iTunes, condividerla su Facebook e Twitter, cercare i video su YouTube, vedere le date del tour dell’artista ed altro.
E’ anche possibile aggiungere la nostra posizione come informazione e se in quel momento non è disponibile una rete wi-fi o non siamo coperti da una connessine dati telefonica, il programma salverà la registrazione effettuata per effettuare la ricerca in un secondo momento.
Nei nostri test l’applicazione ha funzionato perfettamente su un iPod Touch con gli auricolari/microfono Apple, identificando correttamente Tom’s Diner e Tempted al primo tentativo. Pensiamo che avere questa applicazione installata sul proprio telefono cellulare sia molto utile quando siamo in giro ed ascoltiamo una canzone che ci piace.
Consigliato per telefoni cellulari ed altri dispositivi mobile.

Name My Tune

Name My Tune non è l’opzione migliore se vuoi una risposta immediata al tuo dilemma musicale, ma è un servizio forte della sua comunità nella quale i membri cercano di rispondere ai quesiti musicali proposti.
Il sito offre due possibilità: registrare 10 secondi della canzone da identificare, con l’invio di un’email se un membro della comunità risponde alla nostra richiesta, o ascoltare le registrazioni che altri hanno fatto.
Nella seconda opzione è possibile ascoltare le tracce per genere o periodo. In questo modo potremmo cercare di aiutare gli altri membri della comunità mettendo a disposizione le nostre conoscenze nel genere o periodo nel quale siamo maggiormente preparati.

LEAVE A COMMENT